Gli eventi e i protagonisti del Fuori Salone


COS | In collaborazione con il londinese Studio Swine, capitanato dall’architetto giapponese Azusa Murakami e dall’artista inglese Alexander Groves. COS presenta al Cinema Arti un’installazione effimera, contemplativa, focalizzata su una scultura che evolve di continuo attraverso fiori-bolle che si dissolvono sulle mani dei visitatori.

OBJECTS NOMADE |  Louis Vuitton presenta a Palazzo Bocconi 10 nuovi oggetti di design della collezione Objets Nomades iniziata nel 2011 firmata da celebri designer internazionali, tra cui Maarten Baas, Nendo, Fratelli Campana, Patricia Urquiola, Marcel Wanders. Ogni oggetto non solo interpreta l’idea di viaggio, ma anche l’amore per la bellezza dei materiali, l’equilibrio nelle forme e proporzioni, la complessa artigianalità e l’accurata attenzione dei dettagli.

TIME MACHINE | A Ventura Centrale in uno degli ex Magazzini Raccordati della Stazione Centrale di Milano , il designer britannico Lee Broom presenta un magico e onirico carosello illuminato su cui ruotano pezzi iconici total white realizzati nel corso della sua carriera (2007-2017) e qui reinterpretati in edizione limitata.

NENDO | Nello showroom di Jil Sander, lo studio di Oki Sato presenta le nuove collezioni nella mostra “Nendo: invisible outlines”. Un’indagine sulla materia e sul rapporto di questa con lo spazio, nell’ambito del confronto fra visibile e invisibile, interno ed esterno in un allestimento ai limiti della materia. Il meraviglioso pianeta Nendo.

A MATTER OF PERSPECTION | La mostra collettiva prodotta da Mosca Partners e DAMN° magazine presso Palazzo Litta esplora il tema “Linking Minds“, le cosiddette affinità elettive che nascono tra designer, aziende e laboratori artigiani. Una particolare tensostruttura fa da punto di ritrovo per una serie di incontri.

MAARTEN BAAS | A Ventura Centrale un allestimento di forte impatto intitolato ‘May I have your attention, please?’ firmato da Daniel Gonzales e Maarten Baas per il lancio della sedia 101 prodotta da Lensvelt: megafoni multicolore e di differenti dimensioni che sussurrano circondati una serie di sedute imbottite in ascolto.

MINDCRAFT | Nel chiostro minore di San Simpliciano, diciotto creativi danesi presentano le loro riflessioni progettuali sul tema del tempo coordinati da  Henrik Vibskov: argento, carta, ceramica, tessuti e cemento i materiali utilizzati. L’allestimento labirintico ha un percorso che si snoda tra campane di diverse dimensioni.

DECODE/RECODE | A Ventura Centrale, l’esposizione curata da Luca Nichetto e Ben Gorham per Salviati, lo storico brand del vetro di Murano. Un’installazione di vetro, luminosa, colorata, composta da due parti differenti (Pyrae e Strata), pensata attraverso la scomposizione degli oggetti in moduli che possono essere ricomposti e assemblati con diverse e inaspettate configurazioni.

CERAMICHE COREANE | Korea Craft & Design Foundation presenta una mostra centrata sulla tradizionale arte della ceramica, attraverso il lavoro dei più illustri maestri della ceramica della Corea. L’allestimento in bianco e nero, attraverso piani e prospettive crea un percorso nitido nella percezione degli oggetti artistici.

UNA CITTA’ IMMAGINARIA | La mostra, ospitata in Triennale e firmata da Paola Navone racconta i materiali di Abet Laminati, nati dalla ricerca tecnologica e dal dialogo con il mondo del design. L’installazione ripercorre i 60 anni dell’azienda attraverso i laminati che hanno caratterizzato la storia del design italiano. Lo spazio espositivo è pensato come una piazza su cui si articolano una serie di costruzioni, ciascuna con la propria identità.

CABANA CLUB | Al Padiglione Visconti di via Tortona la mostra organizzata da Corian® Design e Cabana Magazine presenta un viaggio multiculturale del mondo del massimalismo sotto la guida di Christophe Radl e martina Mondadori Sartogo. Utilizzando un cammino esperienziale con effetti di luce e musica, il materiale Corian® viene esaltato da una varietà di esclusivi pattern decorativi.
THE NEW NORMAL: LET’S RECYCLE FOR LIFE | Eco-oh! presenta alla Triennale di Milano un progetto a cura di Lorenzo Palmeri. L’installazione è un invito a vivere in modo più armonioso la natura anche attraverso un approccio più sostenibile nei confronti della gestione dei rifiuti plastici. I visitatori sono invitati ad entrare all’interno del processo, per sedersi, toccare, giocare, interagire con i prodotti Eco-Oh, lasciandosi coinvolgere inoltre da immagini video e da suoni creati ad hoc per l’installazione.

MINI LIVING | “Breathe” è un’interpretazione lungimirante di un modo di vivere cosciente e consapevole delle risorse, all’interno di uno spazio fisico contenuto. L’installazione degli architetti SO-IL di New York,  ospitata alla Torneria di via Tortona, mette in discussione lo stile di vita convenzionale e dimostra come l’architettura possa rispondere in modo creativo alle sfide future, come spazi sempre più contenuti e risorse limitate nelle aree urbane.

NATURAL TALENT Al Museo Poldi Pezzoli gli studenti di Creative Academy, la scuola internazionale di design con sede a Milano, presentano i lavori realizzati sotto la guida di Alberto Nespoli e Domenico Rocca di Eligo: una collezione ispirata al legno e alle sue nobili lavorazioni, coniugando creatività e saper fare artigianale.

SMART CITY | Superstudio Più ospita l’hub di Material ConneXion Italia con la mostra “New Materials for a Smart City” che offre una panoramica sulle frontiere dell’innovazione materiale per la creazione della città intelligente. Suddivisa in aree tematiche, presenta tecnologie e materiali utili a migliorare il funzionamento della città e la vita dei suoi abitanti.

ALPI | Nel suo showroom di via Solferino, Alpi presenta i nuovi legni firmati da Piero Lissoni, Fratelli Campana e Kengo Kuma . L’allestimento sviluppa un percorso alla scoperta di suggestioni naturali e fantasie grafiche attraverso la libertà espressiva del materiale nella sua  accezione più ampia, accanto alla riproduzione di legni naturali presenti nell’ambiente.

ZAHA HADID | Presso il flagship store di via Manzoni,  Alessi fa un omaggio al lavoro di Zaha Hadid legato alla proficua collaborazione tra l’architetto iracheno e l’azienda piemontese iniziata negli anni ’80: progetti di grande carica comunicativa, architetture trasfigurate, forme pure plasmate dal movimento, piccole opere di design senza tempo.

GIO PONTI E ROBERTO SAMBONET | La mostra “Gio Ponti / Roberto Sambonet. Il cuore dei Ponti per i Sambonet” a cura di Matteo Iannello e ospitata a Casa Boschi Di Stefano presenta una raccolta di lettere disegnate, indirizzate da Gio Ponti a Roberto Sambonet e provenienti dal fondo Roberto Sambonet depositato presso il CASVA (Centro di Alti Studi sulle Arti Visive) di Milano.

DOUTDESign | L’ex convento di via San Vittore ospita progetti, strategie e servizi di giovani designer, start-up e aziende innovative che possono ricoprire un ruolo determinante nell’evoluzione e nel miglioramento della società. L’attenzione è rivolta alla sostenibilità ambientale, al ciclo di vita dei materiali e dei prodotti, all’impatto ambientale della produzione.

Blink racconta di progetti di architettura senza alcun riferimento, dove non esplicitamente dichiarato, all'utilizzo di nostri prodotti e/o alla commercializzazione degli stessi.